S2AM - Stima (Semplice) Assegni di Mantenimento

Stima della percentuale di cura dei due genitori

aiuto

Carica i dati del tuo caso da un file oppure inseriscili nei riquadri successivi.

genitore 1

genitore 2

Carica dati da file

Carica dati da file
.

Capitoli di spesa particolari

Capitoli di spesa particolari
capitolo di spesa incidenza percentuale sulla spesa totale percentuale di capitolo di spesa che grava sul genitore 1 percentuale di capitolo di spesa che grava sul genitore 2
capitolo di spesa incidenza percentuale sulla spesa totale percentuale di capitolo di spesa che grava sul genitore 1 percentuale di capitolo di spesa che grava sul genitore 2
Alimenti 30% determinato dai momenti di permanenza
Abbigliamento 11% % %
% % %
% % %

Scarica Scarica i dati di questo caso

Regime settimanale

Regime settimanale

Regimi tipici

Regimi tipici

Se vuoi usare o partire da uno dei regimi descritti qui sotto sufficiente che tu faccia clic sul pulsante corrispondente

Modalità di visita del genitore 1
Modalità di visita del genitore 1
Weekend alternati e un giorno infrasettimanale con regime scolastico di tempo pieno su 5 giorni alla settimana
Weekend alternati e due giorni infrasettimanali con regime scolastico di tempo pieno su 5 giorni alla settimana
Weekend alternati e un giorno infrasettimanale con regime scolastico di tempo standard su 6 giorni alla settimana
Weekend alternati e due giorni infrasettimanali con regime scolastico di tempo standard su 6 giorni alla settimana


settimana "pari"

(copia da settimana "dispari")

Per modificare l'accudimento clicca prima sul tasto di chi si occupa dei figli e poi sui periodi in cui se ne occupa.

Si occupa dei figli:       


00

0559
0607colazione080910111213pranzo14151617181920cena2122

2359
LUN (apri)
MAR (apri)
MER (apri)
GIO (apri)
VEN (apri)
SAB (apri)
DOM (apri)

settimana "dispari"

(copia da settimana "pari")

Per modificare l'accudimento clicca prima sul tasto di chi si occupa dei figli e poi sui periodi in cui se ne occupa.

Si occupa dei figli:       


00

0559
0607colazione080910111213pranzo14151617181920cena2122

2359
LUN (apri)
MAR (apri)
MER (apri)
GIO (apri)
VEN (apri)
SAB (apri)
DOM (apri)

Scarica Scarica i dati di questo caso

Giorni di vacanza

Giorni di vacanza

anno "pari"

(copia da anno "dispari")
VacanzeGiorni trascorsi interamente con il genitore 1Giorni trascorsi interamente con il genitore 2
VacanzeGiorni trascorsi interamente con il genitore 1Giorni trascorsi interamente con il genitore 2
Vacanze Natalizie
Vacanze Pasquali
Vacanze estive
Altre vacanze

anno "dispari"

(copia da anno "pari")
VacanzeGiorni trascorsi interamente con il genitore 1Giorni trascorsi interamente con il genitore 2
VacanzeGiorni trascorsi interamente con il genitore 1Giorni trascorsi interamente con il genitore 2
Vacanze Natalizie
Vacanze Pasquali
Vacanze estive
Altre vacanze

Scarica Scarica i dati di questo caso

Dettagli del calcolo

Dettagli del calcolo

Stampa Stampa i risultati

Le due percentuali che vegono calcolate sono una quantificazione approssimata di come la cura dei figli viene ripartita tra i genitori.

La stima viene fatta considerando una possibile ripartizione degli oneri per capitoli di spesa nonché i momenti in cui i figli sono con ciascuno dei due genitori. Per quanto riguarda questa ultima modalità, si considera che momenti diversi della giornata implichino oneri differenti.

In particolare, facendo riferimento all'onere di cura dei figli in un giorno

  • Il 30% si considera concentrato al momento dei 2 pasti principali (pranzo e cena) così come suggerito da studi econometrici sulla ripartizione della spesa nei nuclei familiari [1];
  • Il rimanente 70% viene ulteriormente decurtato delle incidenze di eventuali capitoli di spesa assegnati a uno o all'altro genitore (per esempio di quello relativo al vestiario, frequentemente assegnato al genitore 2 e che si stima incidere per un'ulteriore 11% [1]);
  • L'onere residuo viene ripartito sulle 24 ore considerando però che le ore diurne (convenzionalmente identificate con le 16 ore che vanno dalle 6.00, incluse, alle 22.00, escluse, di ciascun giorno) implichino un onere triplo rispetto a quelle notturne (convenzionalmente identificate con le 8 ore che vanno dalle 22.00, incluse, di un giorno alle 6.00, escluse, del giorno successivo);

Queste distinzioni sono necessarie per tenere conto della condizione di regime (tipicamente su un ciclo di due settimane) che vede i figli affidati all'uno o all'altro in momenti diversi della stessa giornata. È da notare che i momenti in cui i figli non gravano su ciascun genitore (per esempio, le ore di scuola) sono scorporate dagli oneri da rapportare.

Tale regime vale per tutti i giorni non di vacanza, che vengono invece attribuiti interamente ai due genitori secondo quanto indicato nell'apposito riquadro. Per permettere affidamenti "ad anni alterni" per le vacanze si considera un ciclo biennale.

Nel caso in esame, assumendo, a scopo puramente esemplificativo, una spesa complessiva per i figli di 100€ in due anni la situazione è riassunta come segue

  • Per ripartire tale onere si considera un ciclo biennale con le seguenti caratteristiche
    Ciclo biennale (730 giorni)
    genitore giorni di cura in periodo di vacanza giorni di cura in regime bisettimanale
    genitore giorni di cura in periodo di vacanza giorni di cura in regime bisettimanale
    genitore 1

    Nei due anni il ciclo bisettimanale viene adottato per

    giorni, ovvero approssimativamente

    volte.

    Approfondisci regime bisettimanale

    Approfondisci regime bisettimanale nessuno = ×     genitore 1 = █     genitore 2 = ░

    00

    0559
    0607colazione080910111213pranzo14151617181920cena2122

    2359
    LUN
    MAR
    MER
    GIO
    VEN
    SAB
    DOM
    LUN
    MAR
    MER
    GIO
    VEN
    SAB
    DOM

    In ogni ciclo la distribuzione dell'onere di cura è riassunta nella seguente tabella

    genitore pasti principali ore diurne ore notturne (notti)
    genitore pasti ore diurne ore notturne
    genitore 1
    genitore 2
    genitore 2

Tenendo conto che tutti i pasti nel periodo considerato equivalgono ad un onere di 30€ (il 30% della spesa complessiva) e che il resto della spesa si considera sostenuta in ragione del tempo trascorso con ciascun genitore (fatta salva la distinzione tra ore diurne e notturne sopra descritta), si ottiene che nell' intero ciclo biennale il genitore 1 sia onerato per

e il genitore 2 per

.

Il rapporto tra l'onere gravante sul genitore 1 (

) e quello gravante sul genitore 2 (

) è reso percentualmente (si veda anche il riquadro dei risultati in altro a destra della pagina) dicendo che il genitore 1 e il genitore 2 si sostengono l'onere di cura dei figli per, rispettivamente, il

e il

.


[1] cfr., per esempio, Tabella A.I.4 di Federico Perali, "Stima del costo di mantenimento di un bambino" in Le dimensioni della povertà, ed. G. Rovati, Carocci Editore 2006

Questa pagina aiuta a stimare l'onere relativo di cura dei figli in capo a ciascuno dei due genitori in conseguenza dei momenti in cui i figli stessi stanno presso l'uno o l'altro.

Tale onere relativo è espresso in termini percentuali. Fatto 100 l'onere di cura complessivo, questo viene suddiviso in una percentuale di cura in capo al genitore 1 (quello che SAM considera obbligato all'assegno) e una in capo al genitore 2 (quello che SAM considera il percipiente dell'assegno).

La ripartizione considera diversamente i differenti momenti della giornata. Occuparsi dei figli nelle ore notturne comporta un onere minore rispetto ad accudirli durante il giorno e i pasti vengono considerati separatamente in quanto in essi si concentra la componente alimentare del mantenimento ordinario.

Il metodo non può sostituire negoziazioni o decisioni da parte di operatori del diritto ed è ovviamente suscettibile di miglioramenti. Per suggerimenti o consigli si può scrivere a questo indirizzo email.